Vuoi smettere di fumare? A Kirkless la sigaretta elettronica è gratis!

0

In Inghilterra le sigarette elettroniche le danno gratis.
Succede a Kirkless, borgo metropolitano di quasi 400.000 abitanti sito nel West Yorkshire.
Nei Centri anti-fumo della città, in particolare, vengono distribuite dotazioni di e-cig gratuite agli over 18 che vogliano intraprendere un percorso di smoking cessation.
L’iniziativa nasce dalla collaborazione, come detto, tra i Centri antifumo cittadini ed il Yorkshire Cancer Research.
Oltre a mettere a disposizione le classiche alternative, quali cerotti e gomme a base di nicotina, gli specialisti della smoking cessation offrono ai pazienti anche l’opzione del vapore in starter kit.

INIZIATIVA FINANZIATA DALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

A finanziare l’attività ci pensa l’Amministrazione comunale che, allo scopo, ha messo a disposizione fondi pescandoli da un tesoretto stanziato per sensibilizzare i più giovani verso stili di vita salutari.
“Lo Yorkshire ha il più alto tasso di fumatori in Inghilterra
– hanno commentato i promotori dell’iniziativa – e questo provoca migliaia di tumori, su scala locale, legati al fumo nonchè morti inutili nell’intero Distretto.
I prodotti per lo svapo rappresentano un supporto fondamentale per aiutare le persone a smettere di fumare.
La nostra Comunità da il suo contributo per supportare il raggiungimento di un obiettivo di una Nazione senza fumo entro l’anno 2030″.

A KIRKLESS IL FUMO AMMAZZA 500 PERSONE ALL’ANNO

Entrando nel vivo dei dati, in particolare, la cittadina di Kirkless patisce 500 morti fumo-correlate ogni anno, con dati che si presentano decisamente più alti rispetto alla media nazionale e che giustificano la scelta di lanciare proprio in questo contesto una campagna di tal genere.
Una iniziativa di uguale tipologia, come già raccontato dalla nostra testata, era stata lanciata presso la Comunità dei senzatetto cui si era provveduto a distribuire, similmente, kit di e-cig.
Ciò considerando come, presso questa tipologia di persone, la percentuale dei fumatori sia pari al 70 percentuale, tasso decisamente più alto rispetto a quello che si rinviene nella popolazione generale inglese.