Vendita Pli, Direttoriale di Minenna “Esclusivamente all’interno del territorio nazionale”

0

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli fa chiarezza sulla vendita di liquidi per sigarette elettroniche dotate dai contrassegni di legittimazione.
Specificando che gli stessi possono essere smerciati “esclusivamente all’interno del territorio nazionale”.
In tal senso Direttoriale di Marcello Minenna
L’articolo 1, lettera d), della Determinazione direttoriale 18 Marzo 2021 83685/RU – esordisce il documento del vertice Adm – definisce il deposito, come <<l’impianto in cui vengono fabbricati o introdotti i prodotti da inalazione senza combustione costituiti da sostanze liquide, contenenti o meno nicotina, destinati ad essere forniti, agli esercizi che ne effettuano la vendita al pubblico, ai diretti consumatori, ad altri depositi, alla cessione in altri Stati membri dell’Unione europea, all’esportazione>>.
L’immissione in consumo dei Pli con i contrassegni di legittimazione, di cui al comma 1
dell’articolo 1, della determinazione direttoriale del 29 Marzo 2021, 93445/RU, è consentita esclusivamente all’interno del territorio nazionale.

VENDIBILI A SOCIETA’ ESTERE A DETERMINATE CONDIZIONI

I Pli sui quali è applicato il contrassegno di legittimazione possono essere quindi venduti a
società estere, solo se dotate di rappresentante fiscale in Italia ai sensi dell’articolo 8 della citata determinazione direttoriale 18 Marzo 2021 83685/RU, solo ed esclusivamente se gli stessi prodotti contrassegnati saranno immessi in consumo sul territorio nazionale, secondo le disposizioni della succitata determinazione direttoriale”.

Quanto agli obblighi gravanti su queste figure, Minenna specifica
“Il rappresentante fiscale della società estera dovrà effettuare la comunicazione di cui all’articolo 4 della citata determinazione del 18 marzo 2021 in ordine ai prodotti commercializzati, e, ai sensi dell’articolo 8, comma 2, lettera f), riportare cronologicamente e numerare progressivamente tutti i movimenti di carico e scarico dei prodotti distinti per marca e confezione unitaria nel registro contabile di carico e scarico.
Il soggetto autorizzato, che fornisce i Pli con il contrassegno di legittimazione a società estere dotate di rappresentante fiscale in Italia dovrà rendicontare, con cadenza mensile, i contrassegni utilizzati riportando nel prospetto di rendiconto tutti i dati della società estera alla quale si sono venduti i prodotti contrassegnati.
Le strutture territoriali dell’Agenzia nell’ambito delle ordinarie attività di controllo, verificheranno l’osservanza delle disposizioni di cui alla presente informativa, adottando, se del caso, i provvedimenti di propria competenza”.