Una coppia di giovanissimi per il nuovo Svapoweb Store di Capannori

0

Giovani, entusiasti e Svapoweb.
Sono due giovanissimi, Marika Ruggirello e Marco Casparriello, i protagonisti della nuova esperienza Svapoweb di Capannori, cuore della Toscana.
Poco più di 46.000 abitanti, Capannori è Comune a se stante ma, di fatto, una sorta di quartiere di Lucca, cui è praticamente annesso.
In via Della Libertà sventola da circa un mese la nuova bandierina arancione, ultimo tassello, in senso cronologico, piazzato nel mosaico del franchising dal brand lanciato dall’imprenditore sannita Arcangelo Bove.

PRIMA ESPERIENZA IMPRENDITORIALE

Sono una studentessa – spiega Marika – e questa è la mia prima esperienza imprenditoriale.
No, il nostro non è uno shop “riconvertito” bensì uno avviato ex novo.
Perchè abbiamo scelto la sigaretta elettronica?
Perchè eravamo mossi dal desiderio di investire in un ambito nuovo, in crescita e con prospettive davvero interessanti”.

Carbura l’esperienza dei due ragazzi che, intanto, si sono armati di tanta intraprendenza.
Ed hanno creato un sito internet attraverso il quale mettere in vetrina i prodotti del loro shop fisico, con possibilità di pagare on line ed accumulare punti, man mano che si acquista, fino ad ottenere veri e propri sconti.
Senza dimenticare l’app collegata all’e-market, altra trovata tecnologica di loro integrale conio.

MARIKA E MARCO “CONTENTI E CURIOSI”

Tanta voglia di proporsi, di giocarsi le proprie carte in un settore in rampa di lancio e con un marchio, quello di Svapoweb, che è indiscutibilmente leader nel mercato nazionale per quel che riguarda la commercializzazione dei prodotti del vaping.
Siamo contenti, siamo curiosi – proseguono i due – Svapoweb era una realtà che già conoscevamo, ci ha interessato subito il discorso del franchising“.
Quanto alla clientela, al momento, si spazia dallo svapatore consolidato a chi, invece, fumatore, è alla ricerca di una soluzione che lo possa aiutare nel percorso di smoking cessation.
Un ruolo importante quello che Marika e Marco si stanno apprestando a rivestire: perchè il titolare di uno store del vaping non è “solo” un negoziante ma, anche e soprattutto, un consulente di smoking cessation.