UK, la ricerca sul cancro plaude all’inserimento della sigaretta elettronica nella guida anti fumo

0

Il Yorkshire Cancer Research plaude “in modo convinto” all’inclusione della sigaretta elettronica tra gli strumenti utili per smettere di fumare.
Così commenta il portavoce dell’Istituto inglese in relazione all’inserimento della e-cig nella guida recentemente pubblicate dal National Institute for Health and Care Excellence.
Una guida entro la quale si afferma, per la precisione, come “le sigarette elettroniche contenenti nicotina possono aiutare le persone a smettere di fumare e sono altrettanto efficaci di altre opzioni per smettere di fumare”.

LA GUIDA NICE

Aggiungendosi, ancora, come “le persone dovrebbero essere messe nella condizione di utilizzare le sigarette elettroniche come una delle numerose opzioni per sostenere la cessazione del fumo”.
“Siamo lieti di vedere che i prodotti per lo svapo siano stati inclusi nelle linee guida del tabacco Nice” – ha, in particolar modo affermato la dottoressa Kathryn Scott, Amministratore delegato della Yorkshire Cancer Research, Ente di beneficenza che supporta la Comunità locale nella cultura della prevenzione ma anche nella gestione della malattia.
Una realtà che, fondata nel 1925, si pone come la più grande organizzazione benefica indipendente per il cancro in Inghilterra.

PLAUSO ANCHE DALLA WORLD VAPER’S ALLIANCE

“L’obiettivo della Charity – ha proseguito la stessa – è che sempre più si possa operare in chiave di prevenzione del cancro e che sempre più vite, pertanto, possano essere salvate. Con oltre 4.500 nuovi casi di cancro legati al fumo nella regione ogni anno, aiutare le persone a smettere di fumare è fondamentale per raggiungere questo obiettivo”.
Plauso convinto rispetto all’inserimento della e-cig nella guida Nice era venuto anche Micheal Landl, numero uno della World Vaper’S Alliance.
Ancora una volta – aveva sottolineato lo stesso – il Regno Unito sta dando esempio al mondo su come aiutare efficacemente e pragmaticamente i fumatori a smettere.
Le Autorità britanniche stanno seguendo le prove e supportano uno strumento che funziona davvero. Stanno aiutando i fumatori a passare allo svapo”.