Svapoweb Praja a Mare, Di Gregoli “La nostra è una missione”

0

Svapo per lavoro, per passione.
Svapo come missione.
La sigaretta elettronica scorre nelle vene di Massimo Di Gregoli, titolare del fortunatissimo “Fumo di Londra-Svapoweb di Praja a Mare”.
Un riferimento per gli aficionados della sigaretta elettronica che arrivano da Di Gregoli anche dalla lucana Lagonegro e da Sala Consilina, quest’ultima nel Vallo di Diano, in provincia di Salerno, per fruire della consulenza dell’esperto imprenditore.
Ebbene si, consulenza.
Perchè c’è una sottile differenza – che poi tanto sottile non è – tra chi si limita esclusivamente a “vendere” e chi, invece, guida, consiglia, accompagna, orienta il cliente nel percorso di smoking cessation ed in quello successivo del mantenimento.
Un discorso – quello del binomio mera vendita/assistenza – che potrebbe essere applicabile a tutti gli ambiti del commercio ma che in quello del “vaping” assume una valenza nettamente diversa: perché vaping è salute.
Di Gregoli mastica lo svapo da quando lo svapo era un concetto ai più sconosciuto. “Svapavo già dodici anni fa quando le sigarette elettroniche erano rinvenibili solo sul mercato estero.
Con la sigaretta elettronica ho trovato la risposta ad anni di fumo”.
Ebbene si, perchè anche il “nostro” era stato un fumatore.
E che fumatore.
Lo stesso, infatti, aveva fumato per un bel pò di anni un paio di pacchetti al giorno.
Poi era riuscito a tirarsi fuori dal vizio sospendendo il feeling con le “bionde” per circa quattro anni e mezzo.
Quindi una sigaretta accettata da un amico ed il tunnel che si riapre.
“Una sigaretta dopo quattro anni e mezzo. Il giorno stesso andai a comprare un pacchetto nuovo, intero.
Ma non mi limitai più a due pacchetti, passai a ben tre.
E a tutto questo abbinavo quaranta, anche cinquanta caffè al giorno”.

Poi ancora una volta un colpo di reni di volontà ed il vizio spezzato: questa volta, però, il mantenimento gli è stato garantito dalla sigaretta elettronica.
Ed ora Di Gregoli è un imprenditore del vaping.
“Prima guardai incuriosito questo nascente settore –
afferma il medesimo – All’inizio, i prodotti non erano “affinati”, ovviamente, come nelle versioni attuali.
Ed agli imprenditori della categoria il “concetto” di consulenza era del tutto estraneo.
Ma decisi di inserirmi in questo settore, del quale intravedevo le potenzialità”.
“Amo il rischio”
, afferma il medesimo, come da buon natura di chi investe.
Tant’è che l’imprenditore decise di avviare una nuova avventura in Calabria: così nacque, nove anni fa, il negozio di sigarette elettroniche a Santa Maria del Cedro.
Ebbene si, nove anni, agli albori del settore.
In un paesino della Calabria tirrenica.
Ma se c’hai il dna del vincente, la competenza e la passione, la strada del successo è assicurata.
Sempre ed ovunque.

“ARCANGELO BOVE? UN GENIO”

Ed è così che dopo Santa Maria del Cedro venne Diamante e, da tre anni e mezzo, l’esperienza di Praja a Mare.
“Sono aperto anche la Domenica, sia al mattino sia al pomeriggio”
Quello che viene erogato presso lo store della provincia cosentina è un vero e proprio servizio, un servizio di assistenza, di accompagnamento del fumatore.
“Bisogna essere duri con il fumatore. Per smettere bisogna accontanare le sigarette, il sistema duale non funziona.
Per smettere bisogna essere decisi, ed io consiglio il mio cliente in modo forte, duro, al fine di consentirgli realmente di liberarsi del vizio”
Non interessa a Di Gregoli chiudere una transazione in se stessa.
“Bisogna capire l’esigenza del fumatore, come fare e cosa fare per aiutarlo a smettere.
Soprattutto, il fumatore non merita pietà.
Bisogna fornirgli una consulenza vera, sincera, indicargli il sacrificio da porre in essere per liberarsi delle bionde.
In modo chiaro, non edulcorato.
Bisogna, poi, trovare un ulteriore tipo di equilibrio, ovvero centrare i liquido giusto, il tasso giusto di nicotina.
La mia soddisfazione più grande?
– si interroga l’imprenditore – Lo scetticismo iniziale del cliente che diventa entusiasmo, l’entusiasmo di chi è riuscito a smettere grazie alla e-cig”.
Presso lo Svapoweb di Praja a Mare si provvede anche alla misurazione del monossido.
A tempo zero, prima di iniziare ad approcciare la e-cig, e dopo cinque mesi.
Un modo tangibile per far comprendere l’entità del cambiamento, il miglioramento dei parametri tra il prima ed il dopo, un modus agendi che certifica in modo inequivocabile quale sia la vocazione che anima De Gregoli.
E poi c’è Svapoweb, da quasi un anno.
Ho avuto l’occasione di conoscere un’azienda con una filosofia di correttezze e di professionalità, un modo di pensare che si accumunava al mio.
Arcangelo Bove?
– la conclusione – Invidiabile, un genio perchè ha saputo vedere molto avanti”