Svapare Thc, la pericolosa moda degli adolescenti Usa

0
464

Il dato è choc: il 21% circa degli studenti frequentanti l’ultimo anno delle Superiori nelle scuole Usa ha rivelato di aver svapato Thc. L’approfondimento “Monitoring the future” è stato condotto da ricercatori dell’Università del Michigan e pubblicato sulla rivista Medical Jama. E denuncia quanto sia intenso il rapporto dei giovani – quanto meno, quello come da campione intercettato – con le droghe leggere.

Perchè, non si dimentichi, il Thc è – fonte Wikipedia – “uno dei maggiori e più noti principi attivi della cannabis e può essere considerato il capostipite della famiglia dei fitocannabinoidi”. Quanti hanno condotto l’approfondimento hanno potuto concludere come il dato emerso sostanzi quello che è il “più grande aumento mai registrato, nell’arco di un anno, con riferimento all’uso di droghe”.

Laddove è anche da ricordare come il ruolo del Thc, ai fini dell’epidemia Evali, non sia stato esclusivo. Anzi, attore principale è stato, con quasi certezza, nella insorgenza delle lesioni polmonari, la “Vitamina e acetato”, altra sostanza prossima alla droga. Un sempre maggiore numero di giovani, quindi, sta usando il dispositivo della sigaretta elettronica come tramite per assumere droghe. Vale a dire una canna elettronica, che non deve essere preparata e che, soprattutto, passa inosservata.

È chiaro come l’uso distorto che si fa del dispositivo non possa criminalizzare quest’ultimo. Quanto l’introduzione che viene fatta all’interno di esso di sostanze illecite acquisite attraverso canali altrettanto illeciti. Ma tanto basta per i detrattori della sigaretta elettronica, Organizzazione mondiale della Sanità su tutti, per gridare ai (falsi) rischi della e-cig.

ANCHE 13ENNI SVAPANO THC

Tornando alla statistica, tuttavia, lo studio “Monitoring the Future” ha rilevato come l’alto tasso di uso del Thc non sia un’esclusiva di quelli più grandicelli. Il 19% degli intervistati quindicenni e il 7% dei 13enni hanno riferito, infatti, di svapare Thc. I ricercatori hanno ipotizzato come gli aumenti registrati, sulla base dei campioni detti, facciano pensare, in proiezione, ad almeno 1 milione di vapers-Thc giovani in più rispetto allo scorso anno.

“Qualunque cosa gli adolescenti possano svapare è cresciuta notevolmente negli ultimi anni – ha dichiarato l’autore principale dello studio, Richard Miech – Lo svapo consente agli adolescenti di aggirare le politiche e le procedure messe in atto per prevenire il consumo di stupefacenti per adolescenti”.