Sigaretta Elettronica in Aereo? Ecco la nostra guida.

0

Nonostante il Coronavirus (COVID-19), molti vapers quest’estate viaggeranno in aereo, molti di loro si chiedono se è possibile portare la sigaretta elettronica e i liquidi in aereo durante il viaggio, oggi cercherò di chiarirvi ogni tipologia di dubbio in merito. 

Si può portare la sigaretta elettronica in aereo? Assolutamente si, nella maggior parte dei casi la sigaretta elettronica può essere trasportata in aereo. E’ importante però seguire alcuni accorgimenti per far evitare problemi durante il volo, all’imbarco e all’arrivo a destinazione. 

La prima premessa, che potrebbe sembrare ovvia, è che non è consentito l’utilizzo di e-cig in aereo e in aeroporto (se non nelle zone riservate ai fumatori). 

Ricordate che non in tutti i paesi del mondo è consentito l’uso delle sigarette elettroniche, in alcuni paesi sono bandite e andreste in contro al sequestro del dispositivo una volta arrivati a destinazione o ad altro tipo di conseguenze legali spiacevoli. Vi consiglio di dare uno sguardo a questa lista per vedere i paesi dove è possibile avere problemi con le sigarette elettroniche.

Clicca qui per la lista dei paesi con restrizioni

Una volta prese tutte le precauzioni sulla località di destinazione, occorre prestare molta attenzione alla divisione delle componenti della propria e-cig tra bagaglio a mano e bagaglio da stiva.

Bagaglio a mano, cosa portare. 

Per le e-cig così come per i liquidi vanno rispettate le direttive che regolamentano il trasporto di tutti i liquidi e dei dispositivi elettronici. 

La maggior parte dei componenti può essere trasportata in cabina nel bagaglio a mano, è bene ricordare che la sigaretta elettronica inoltre va fatta passare al pari degli altri dispositivi elettronici attraversi i soliti controlli all’imbarco e al check-in. 

Vi consiglio di trasportare la sigaretta sempre smontata e sopratutto con il tank dell’atomizzatore vuoto, per evitare problemi di corto circuito e di perdite di liquido dovute alla pressurizzazione dell’aereo. 

BATTERIE

Le batterie e gli accumulatori vanno sempre imbarcati nel bagaglio a mano per questioni di sicurezza. Qualsiasi batteria al litio, esposto alle basse temperature della stiva potrebbe subire danni e diventare pericoloso, per questo motivo le batterie vanno sempre tenute con se in cabina, in appositi case porta batterie, senza inserirle nei dispositivi per prevenire false attivazioni o corto circuiti. 

Ti consiglio di controllare i regolamenti della compagnia aerea in quanto molte volte impongono un limite massimo complessivo di potenza delle batterie trasportabili a persona, limite che generalmente si attesta sui 100w. 

Liquidi

In merito ai liquidi la regolamentazione è la stessa degli altri prodotti della stessa tipologia, quindi complessivamente è possibile trasportare, sempre nel bagaglio a mano,  fino ad un litro di liquidi divisi in boccette da 100ml e posizionate all’interno di un sacchetto di plastica trasparente per facilitare i controlli all’imbarco. Vi consiglio di sigillare correttamente i flaconi, magari anche con della pellicola trasparente per evitare problemi di fuoriuscita di liquidi dovuti agli sbalzi di pressione. 

Cosa portare nel bagaglio in stiva

Nella stiva è possibile portare tutto ciò che non portiamo nel bagaglio a mano, qui non vi sono limitazioni sui liquidi, parti di ricambio di e-cig e strumenti per la rigenerazione, quindi Forbici, pinze, tronchesine per fili e cotone  (che non è possibile portare in cabina).

Le uniche eccezioni sono per i dispositivi elettronici e per le batterie, che come detto in precedenza, bisogna portare con se in cabina. 

Ora avete tutte le nozioni per poter partire in modo sicuro e consapevole con la vostra sigaretta elettronica. 

Antonio Meoli