San Francisco, in California sarà referendum: svapo si o no?

0
190
San francisco, in california sarà referendum: svapo si o no?

Gli svapatori di San Francisco non ci stanno. E promettono battaglia.

A novembre si terrà un referendum per stabilire se sul territorio della grossa metropoli si potranno vendere o meno sigarette elettroniche.

Il “nodo” è quello relativo alla ordinanza emessa dal Governo cittadino che, con decorrenza 2020, vieta la vendita di e-cig che non abbiano ricevuto l’ok della “FDA”, ovvero l’ente che pone il visto sui farmaci.

E, poiché alcuna delle sigarette elettroniche gode di tale “certificazione”, l’ordinanza corrisponde, di fatto, ad un veto totale.

Rispetto a questo atto amministrativo vi è stata la sollevazione degli “aficionados” dello svapo i quali hanno promosso una raccolta firme (già arrivati a quota 20.000 rispetto al quorum richiesto di 9.400) per chiedere la indizione di un referendum. A promuoverlo la multinazionale di settore Juul Labs che proprio nella città della Nord California ha il suo quartiere generale.

Perchè, però, San Francisco ha voluto bandire la commercializzazione sul territorio delle e-cig? A quanto pare i sei “supervisori” della cittadina – una sorta di Organo di indirizzo politico – erano preoccupati dell’aumento esponenziale della diffusione della sigaretta elettronica tra i giovani, come da dati rilevati dal “Centers for Disease Control and Prevention”.

Già in recente passato, attraverso referendum, la popolazione aveva detto no alla vendita dei prodotti svapo: ma questo volta, però, a guidare la campagna c’è la già citata Juul Labs. Che ha messo in bilancio 1,5 milioni di dollari per finanziare la campagna pubblicitaria