Russia, una sigaretta elettronica fa esplodere caso diplomatico con gli Usa

0

La guerra russo-ucraina ed un caso, alquanto spinoso, che potrebbe coinvolgere pericolosamente gli Stati Uniti d’America.
Di mezzo, udite udite, ci sono una super campionessa dello sport ed una sigaretta elettronica.
Diplomazie al lavoro per risolvere il caso della cestista americana Brittney Yevette Griner, centro delle Phoenix Mercury, stella della Wnba, ovvero il corrispondente femminile della Nba.
Ebbene, la star del basket stars and stripes è stata tratta in arresto presso l’aeroporto moscovita di Sheremetyevo.
La sua colpa? Quella di essere stata scovata, ai consueti controlli aeroportuali, con una e-cig nel bagaglio, il che non è di per se “reato”, caricata con un liquido a base di olio di cannabis.
Questo si, invece, dalle parti di Putin è un problema.

I CONTROLLI ALL’AEROPORTO

Non a caso l’irreprensibile cane antidroga in servizio presso lo scalo della capitale russa ha fiutato l’atleta attirando su di lei i controlli degli uomini dell’Agenzia di Frontiera.
Al più approfondito esame, quindi, è emerso, come spiega la versione on line del CorSera, come nel bagaglio della donna vi fossero cartucce “dall’odore specifico” con un esperto che ha stabilito come il liquido fosse inequivocabilmente olio di cannabis (olio di hashish).
Ora la cestista rischia grosso.
Intanto, in attesa degli approfondimenti che dovranno essere condotti, la donna dovrà restare in carcere.

GRINER RISCHIA FINO A DIECI ANNI DI PRIGIONE

Quindi, si capirà l’incriminazione che, nella peggiore delle ipotesi, potrebbe portare ad un processo con un rischio di condanna oscillante tra i cinque e i dieci anni.
Ovviamente, la questione va inquadrata nel corrente contesto storico contrassegnato da rapporti non esattamente sereni sull’asse russo-americano.
Rapporti mai stati così tesi dai tempi della Guerra fredda.
Del resto, il Governo americano, poco prima del fermo della Griner, aveva proprio invitato i connazionali a lasciare in tempi stretti la Russia proprio per il pericolo di ritorsioni da parte delle Forze di sicurezza locali.
Ed ora, a causa di una sigaretta elettronica e di un liquido, rischia di scoppiare un pericolosissimo caso tra le due Potenze.