Roberto garantisce “Geekvape Wenax Stylus sta spopolando” -Testato per voi

0

di Roberto La Pietra

Sta spopolando. E’ la nuova grande protagonista del mercato dello svapo.
E’ la sigaretta elettronica Geekvape Wenax Stylus, la Podmod lanciata ad Agosto 2020.
Una ottima opzione per quanti desiderino avvicinarsi al mondo dello svapo. Sebbene, è da dirsi, sia un prodotto ideale anche per il vaper maggiormente navigato che, magari, cerca qualcosa di leggero, comodo e di qualità.

Geekvape è un marchio diventato, ormai, una garanzia di pieno ascolto delle esigenze dei suoi clienti, ideando prodotti in linea con le aspettative del materiale.
Realizzata in materiale antiscivolo e molto piacevole al tatto, la Wenax Stylus utilizza un circuito all’interno che può essere regolato grazie all’unico pulsante presente sul fondo della mod.
Pertanto, non si deve fare uso di alcun display, ma semplicemente di tre colori: bianco low-power, blu normal-power, verde max-power!
L’intuizione è stata quella di far entrare in funzione il circuito in modo automatico. Inspirando dal drip tip ma con la possibilità di utilizzare anche il tasto, immaginando quasi di avere tra le mani un tubo meccanico.

OTTIMA LA RESA AROMATICA

Chi è “maturo” dello svapo, mi capirà…
Per qualcuno, magari, la doppia modalità di attivazione potrebbe essere quasi inutile, ma sicuramente chi, come me, è da tempo svapatore troverà assolutamente utile questa funzione.
La Wenax Stylus si serve delle nuovissime Head Coil Geekvape G-Coil St da 1.2ohm e da 0.6ohm a mesh.
Queste ultime, nello specifico, concepite per la prima volta con il kit Geekvape Aegis Pod, regalando un’ottima resa aromatica. Ma anche una buona produzione di vapore, un gradevole colpo in gola (hit) già con una gradazione di nicotina pari a 6mg/ml (sto usando il Mohican Tobacco di Svapoweb).
Dal personale punto di vista, le head coil da 0.6ohm sono da utilizzare al minimo della potenza.
Dopo tre o quattro tiri in rapida successione, infatti, tendono a scaldare leggermente il drip tip, considerando anche che non c’è possibilità di regolare l’aria di ingresso che è comunque ben tarata per un ottimo svapo di guancia.
L’unico difetto riscontrato, e qui concludo, dopo qualche settimana di test è il tempo di ricarica della batteria.
Che, probabilmente, poteva essere quasi dimezzato montando una porta Usb Type-C.