Riduzione del danno, ecco la prima Conferenza nazionale

0
Coehar-ecco-lo-studio -Osserveremo-sigaretta-elettronica-per-sei-anni-svapomagazine.jpg
Coehar-ecco-lo-studio -Osserveremo-sigaretta-elettronica-per-sei-anni-svapomagazine.jpg

Martedì 31 Maggio, in occasione del No Tobacco Day 2022, il Coehar – Centro di Ricerca per la Riduzione del Danno da Fumo dell’Università di Catania – organizza la prima Conferenza nazionale sulla riduzione del danno da fumo dal titolo “Rischi e benefici dei prodotti senza combustione”.
La conferenza, realizzata in collaborazione con la Lega italiana Anti Fumo, si terrà dalle ore 9 alle ore 16:30 presso l’Aula Magna di Palazzo centrale dell’Università, in Piazza Università a Catania.
L’obiettivo della conferenza è quello di mettere al centro del dibattito scientifico e accademico tutte le ricerche pubblicate nel campo della riduzione del danno da fumo, al fine di produrre un documento unico che possa diventare riferimento autorevole per la definizione di politiche di Sanità pubblica efficaci per aiutare i fumatori di tutto il mondo ad uscire definitivamente dalla porta del tabagismo.
A coordinare i lavori della Giornata scientifica ci sarà il professore Riccardo Polosa, fondatore del Coehar e considerato anche l’autore più produttivo al mondo nel campo della ricerca applicata alla riduzione del danno da fumo.
Con lui ci saranno i massimi esperti italiani in tema di HArm Reduction e l’ospite d’eccezione, Hiroya Kumamaru, vice direttore di AOI International Hospital di Kawasaki che discuterà dell’incredibile diminuzione del numero dei fumatori registratasi in Giappone dopo l’ingresso nel mercato nipponico dei prodotti senza combustione.
Dopo i saluti istituzionali che saranno resi da Francesco Priolo – Rettore dell’Università di Catania, Ruggero Razza – Assessore della Salute della Regione Siciliana, lo stesso Riccardo Polosa, Giovanni Li Volti – Direttore del CoEHAR, Francesco Purrello – Direttore Dipartimento Medclin e Ignazio La Mantia, Presidente Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Catania, vi sarà spazio per l’ International speaker Hiroya Kumamaru, vice director dell’AOI International Hospital di Kawasaki.

LA PRIMA SESSIONE

A seguire, per la moderazione di Irma D’Aria, giornalista scientifica di Medikeatv, si alterneranno nella relazione Giovanni Li Volti“I sistemi elettronici di somministrazione della nicotina mostrano una ridotta tossicità delle cellule epiteliali bronchiali rispetto alla sigaretta: il progetto Replica”Gualberto Gussoni, “Centro Studi” FADOI – “Esiti sulla salute nei fumatori con BPCO che utilizzano prodotti da tabacco riscaldato”; Pasquale Caponnetto, Università di Catania – “Studio comparativo di efficacia, tollerabilità e accettabilità dei prodotti a tabacco riscaldato vs sigaretta elettronica: il progetto CEASEFIRE”; Maria Signorelli, Università di Catania – “Studio di un intervento di sigaretta elettronica ad alta intensità di nicotina per smettere di fumare su persone con disturbi dello spettro della schizofrenia”; Jolanda Palmisani, Università di Bari – “Sigarette, e-cig e tabacco riscaldato: come rimodulare la prevenzione?”; Roberto Carnevale, Università di Roma, “La Sapienza” – “Fumo e aterosclerosi: i prodotti a rischio modificato sono la giusta alternativa alla sigaretta tradizionale?”; Piero Portincasa, Università di Bari – “Fattori ambientali e vulnerabilità individuale. Un punto di vista sindemico 2020-22”; Salvatore Ferlito, Università di Catania – “Impatto dell’uso esclusivo di sigarette elettroniche sulla clearance muco-ciliare”.

CONCLUSIONI DEL PROFESSORE POLOSA

Alle 12, quindi, la sessione dedicata alle associazioni italiane e, per concludere, la seconda parte dedicata alla Harm Reduction che si articolerà attraverso gli interventi di Emmanuele Jannini, Università di Roma “Tor Vergata” – “Strategie di riduzione del danno nella medicina della sessualità”Aldo E. Calogero, Università di Catania – “Fumo e diabete: relazioni pericolose e relazioni confuse”Venera Tomaselli, Università di Catania – “Impatto del fumo sull’infezione da SARS-CoV2: progetto Troina Study”; Pietro Ferrara, Università Statale di Milano – “L’effetto del fumo sulla risposta umorale ai vaccini COVID”; Ernesto De Bernardis, Responsabile SerT Lentini – “Un presunto ruolo del virus nella resistenza dei fumatori al COVID-19”; Maria Luisa Brandi, Università di Firenze – “Effetti del Fumo e dello Svapo sulla salute delle ossa”; Stefano Pagano e Guido Lombardo, Università di Perugia – “Iqos, citotossicità, analisi morfologica e ciclo cellulare: uno studio in vitro”; Mario Barbagallo, Università di Palermo, componente Consiglio Superiore di Sanità – “Abitudine al fumo nei grandi anziani”; Mario Allegra, Università di Palermo – “Eriptosi indotta da estratti di fumo: una comparazione tra sigaretta tradizionale, sigaretta elettronica ed iQOS”.
Per iscriversi alla conferenza, l’organizzazione invita ad inviare email a cr.coehar@unict.it oppure a valeria.nicolosi@coehar.it.
Grazie alla partnership della LIAF, per concludere, i primi 50 partecipanti alla conferenza avranno la possibilità di seguire gratuitamente uno dei corsi FAD sulla smoking cessation, valido 50 ECM per medici e operatori sanitari.