Puglia, la prima Regione in Italia a vietare le sigarette in spiaggia

0

Le sigarette in spiaggia saranno vietate, in Puglia, a livello regionale.
E sarà la prima regione d’Italia ad adottare un provvedimento in tal senso.
Questo quanto viene fatto presente, al CorSera, da Raffaele Piemontese, vicepresidente della Regione Puglia e assessore al Demanio e Patrimonio.
“D’intesa con il presidente Michele Emiliano — sottolinea il medesimo – abbiamo deciso di lanciare una campagna che porti al progressivo abbandono della sigaretta sotto gli ombrelloni e che rafforzi ulteriormente la lotta all’abbandono di mozziconi sui nostri arenili per sperimentare nell’estate 2022 azioni di contenimento del fumo di sigarette, per rispettare esigenze di salute ormai diffusamente condivise e per giungere, nel 2023, ad avere liberi da sigarette tutti i circa 900 chilometri di costa pugliese”.

L’ESTATE 2022 SARA’ DI SENSIBILIZZAZIONE

L’estate 2022, quindi, sarà una stagione informativa, di sensibilizzazione.
I veri e propri divieti, accompagnati da tanto di sanzione, entreranno realmente in vigore nell’estate 2023.
E si rivolgeranno sia agli stabilimenti balneari sia alle cosiddette spiagge libere.
Le spiagge senza fumo non sono una assoluta novità nel panorama nazionale.
Singoli Enti comunali, circa trenta in tutta Italia, avevano adottato soluzioni in tal senso.
La Puglia, però, che sta puntando fortissimo nell’ultimo decennio nella promozione della propria immagine in chiave di spot del territorio, sarà la prima Regione ad adottare provvedimenti in tal senso.

PIENO VIGORE NEL 2023

“Noi, come Puglia — sottolinea Piemontese proprio questo concetto alla testata nazionale — saremo i primi a vietare il fumo a livello regionale.
Già dallo scorso anno abbiamo adottato il divieto di buttare cicche sulle spiagge e nel 2023 completeremo l’opera.
Così come abbiamo fatto per il divieto di plastica, ormai in vigore da tre anni: anche in questa stagione i piatti, i bicchieri, le posate, le cannucce utilizzate, se monouso, devono essere in materiale biodegradabile e compostabile”.

Successivamente si comprenderanno i dettagli della norma, sebbene sia già noto come le sigarette elettroniche non saranno coinvolte in tali restrizioni.