Olanda, Lidl ritira le sigarette dagli scaffali

0

Lidl gioca d’anticipo ed elimina le sigarette dagli scaffali.
Il colosso della distribuzione alimentare, infatti, ha rimosso dalle proprie filiali sparse sul territorio nazionale sigarette e prodotti a base di tabacco.
Ciò è avvenuto con decorrenza Venerdi 1 Ottobre.
In Olanda, diversamente da quanto avviene in Italia, è consentita la vendita di tali prodotti anche nei negozi di alimentari, meglio dirsi lo sarà fino a tutto l’anno 2023.

86 MILIARDI DI FATTURATO E 200.000 DIPENDENTI

Dal 1 Gennaio 2024, infatti, la normativa statale prevede l’entrata in vigore del divieto con i pacchetti di sigarette ed affini che, di conseguenza, potranno essere reperibili ed acquistabili esclusivamente nelle stazioni di servizio nonchè nei negozi specializzati.
Lidl, tuttavia, 86 miliardi di euro di fatturato e 200.000 dipendenti sparsi su tutto il Continente europeo, si muove con ampio margine e dà un segnale significativo, in termini di tutela della salute pubblica.
In Olanda è tempo di stretta anti-fumo.
Le decisioni sui supermercati, infatti, non sono le sole e non sono isolate: la lotta al tabacco si combatte, infatti, su un ampio fronte che prevede ulteriori iniziative.
A partire dal 1 Gennaio del prossimo anno, in particolare, saranno rimossi dal suolo olandese i distributori automatici di sigarette: di conseguenza, le “bionde” potranno essere acquistate esclusivamente in modalità front-on con minori possibilità, per eventuali baby furbetti, di aggirare i divieti.

SARA’ STRETTA ANCHE SU DISTRIBUTORI AUTOMATICI E VENDITE ON LINE

Inoltre, dall’anno successivo, ovvero con decorrenza 1 Gennaio 2023, la scure si abbatterà anche sulle vendite on line.
Sarà una stretta complessiva.
In attesa che, però, trovino attuazione le progressive norme statali, la catena tedesca da un virtuoso buon esempio che, come da parole del Ministero della Salute Paul Blokhis, si auspica “possa essere seguito anche dalle altre grandi distribuzioni degli alimentari”.
Secondo Tobacco Atlas, in ultimo, si stima che in Olanda vi sia ancora un 17 percentuale dei cittadini che sono dipendenti dal tabacco.