Municipio di dayton, se fumi non ti assumo

0
106

Hai ambizione di lavorare presso il Municipio di Dayton? Bene, comincia a buttare le sigarette.

Poco importa se esse siano elettroniche o tradizionali; poco importa se il tuo futuro profilo sarà quello di un amministrativo, di un poliziotto o di una recluta antincendio. Da queste parti non si transige, non si fanno sconti.

Dayton, Capoluogo della Contea di Montgomery. Stato dell’Ohio, Stati Uniti d’America. Centoquarantamila abitanti ed una caratteristica alquanto singolare. A partire dal 15 luglio di quest’anno, infatti, coloro i quali vogliono lavorare alle dipendenze della Città dovranno sottoporsi a preventivi controlli per escludere che si sia contaminati da nicotina e tabacco.

Lo “screening” pre-assunzione, invece, non ha valore per coloro i quali erano stati assunti fino al 14 luglio 2019 sebbene ad essi sia fortemente raccomandato di intraprendere un percorso di “disintissosicazione”. A rivelare la curiosa circostanza il Dayton Daily News.

Perchè la limitazione? Il motivo è strettamente legato ai costi sanitari. “Gli studi – spiega Kenneth Couch, direttore delle risorse umane dell’Ente cittadino – dimostrano che i dipendenti che fumano costano circa 6.000 dollari in più all’anno in spese mediche dirette e perdita di produttività”.

Un vero e proprio piano anti-fumo in base al quale si provvederà anche ad eliminare gradualmente dalla città le aree dedicate esclusivamente ai fumatori. Come ovvio che sia, non tutti hanno accolto il provvedimento con i classici salti di gioia. Anzi. Dal versante sindacale, infatti, si parla a chiara lettera di “una ingerenza nelle abitudini personali dei dipendenti e nelle loro vite private”. Un’ingerenza che, “ha poca correlazione con le loro prestazioni lavorative”.

Il caso-Dayton è ovviamente estremo e non potrebbe neppure lontanamente ipotizzarsi in un contesto come quello italiano dove forte è la tutela sindacale. E, prima ancora, l’incompatibilità normativa. Non si può non evidenziare, ancora, come il Municipio di Dayton faccia di tutta erba un fascio. Il divieto, infatti, include anche le elettroniche che hanno un livello basso di nicotina. Un po’ come sparare al piccione con un cannone