Le ricerche contro la sigaretta elettronica che fanno acqua da tutte le parti

0

A volte tornano.
Sono gli attacchi frontali al settore della .
In rapida successione, infatti, le principali testate internazionali hanno rilanciato le conclusioni di studi che, volenti o nolenti, hanno gettato ombre sulla e-cig.
La sigaretta elettronica potrebbe causare problemi di erezione, la sigaretta elettronica può far male alle ossa.
O, ancora, lo svapo di sigaretta elettronica può predisporre alla bronchite anche in coloro i quali non sono direttamente svapatori ma, passivamente, si ritrovano ad aspirare le nubi altrui.
Un terzetto di affondi portato alle caviglie del mondo svapo, a cavallo tra il 2021 ed il 2022, che “impattano” sull’opinione pubblica, a maggior ragione oggi che i social fanno da mega amplificatore.
Impattano, si diceva.

L’ULTIMA: LA E-CIG CAUSA PROBLEMI ERETTIVI

Perchè le ricerche vengono partorite da fonti scientificamente importanti: si pensi che, nel caso della ricerca che accusava la e-cig di poter portare a deficit nell’erezione, la stessa è stata pubblicata sull’American Journal of Preventative Medicine.
Non esattamente su Topolino.
E quando uno studio esce da cotanta fonte, è normale che i media di mezzo mondo finiscano per rilanciare quella determinata news.
Fidandosi ciecamente.
Vallo a sapere che l’acqua è contaminata alla fonte.
Ma, in definitiva, quegli studi erano delle grandi bufale?
Non entriamo nel merito scientifico, sebbene una mezza idea ce l’abbiamo pure.
Sicuramente il metodo lascia molto perplessi.
Tutti i lavori in esame, infatti, hanno un grandissimo limite, ovvero quello di non comparare i presunti ed eventuali danni della sigaretta elettronica a quelli che sarebbero in misura certamente più consistente prodotti dal fumo.
Partiamo da un concetto: l’uomo è stato creato per respirare ossigeno.
Affermazione non certo illuminante ma che serve a dire come il vapore non sia il suo “inspirato” naturale.
Questo per dire che chi non fuma non deve neppure iniziarsi allo svapo.

NESSUNA COMPARAZIONE CON I DANNI FUMO CORRELATI

Ma lo svapo, invece, è da consigliare, in ottica di smoking cessation, a chi è un aficionados delle sigarette.
Ecco, quindi, dov’è il limite delle ricerche: invece di ragionare solo su teorici danni che potrebbe determinare il vaping, dovrebbero mettere in comparazione – a questi – quelli causati dalla sigaretta.
Rendendosi conto di come il passaggio alla e-cig sarebbe comunque e sempre più vantaggioso in termini di benefici per la salute.
Purtroppo, il ragionamento di ancora troppi è quello del fumare o niente.
KNon rendendosi conto di come, senza una via di uscita graduale, edulcorata, mediata da soluzioni a minor danno, si continua a condannare al fumo milioni e milioni di persone.