Il colosso Relx plaude all’Europa “Accogliamo con favore riconoscimento riduzione danno”

0

“Relx International accoglie con favore la decisione del Parlamento dell’Unione europea di riconoscere la riduzione del danno del fumo attraverso l’uso di sigarette elettroniche”.
Questa la posizione ufficiale della multinazionale, sebbene a qualche distanza di settimana, rispetto alla approvazione del rapporto Beca, da parte del Comitato speciale per la lotta al cancro, passaggio avutosi in forza di di 652 voti favorevoli e 15 contrari.
Posizione ufficiale che giunge attraverso la voce di Chris Aikens, Direttore degli Affari esteri per l’Europa di Relx International.

“CONTINUEREMO AD INCORAGGIARE NORME SU PREVENZIONE FUMO MINORI”

Continueremo ad incoraggiare l’applicazione continua delle norme e dei regolamenti vigenti incentrati sulla prevenzione del fumo tra i minori – incalza l’alto Responsabile – sia esso di sigarette tradizionali o elettroniche.
Allo stesso tempo, incoraggiamo le Istituzioni dell’Ue a riconoscere il ruolo chiave che gli aromi svolgono nell’aiutare i fumatori adulti a passare alle e-cig.
Senza dubbio –
ancora il medesimo – la nostra industria ha un ruolo importante nel proteggere i minori dall’accesso ai prodotti a base di nicotina.
Non solo è essenziale rispettare tutte le leggi e i regolamenti in materia, ma lo è anche essere proattivi per evitare che i nostri prodotti siano attraenti per i giovani.
Per questo noi di Relx abbiamo sviluppato il Guardian Program”.

UNA RIFLESSIONE ANCHE SUGLI AROMI “CHI LI USA, NON TORNA A FUMARE”

Da Relx, ancora, si parla giustamente di “decisione cruciale, che segue numerosi studi che hanno dimostrato che lo svapo causa molti meno danni potenziali del fumo tradizionale”.
“Secondo Public Health England
– insistono dal colosso del vaping – le sigarette elettroniche sono il 95% meno dannose rispetto al tabacco ed il loro uso riduce la probabilità di cancro del 99,6%”.
Un accenno finale viene anche sugli aromi, passaggio più critico del rapporto, dal momento che si lascia intendere come l’Europa su questo argomento si riservi di fare ulteriori valutazioni.
“La varietà di gusti è uno dei motivi principali per cui i fumatori adulti passano alle sigarette elettroniche – commentano al riguardo, concludendo – e chi ne fa uso non ritorna all’abitudine di usare quelle tradizionali”.