Fabbrica clandestina di sigarette scoperta vicino Milano

0
2

Contrabbando made in Italy.
Il traffico delle bionde “illecite” si evolve e, se una volta le sigarette pezzotto arrivavano dall’Albania o dai Paesi balcanici, oggi le si fa direttamente in “house”.
Una vera e propria fabbrica clandestina è stata scoperta in provincia di Milano, a Bernate Ticino.
I finanzieri della Guardia di Finanza di Napoli, unitamente ai colleghi di Milano, hanno scovato nell’area industriale del Centro in questione il sito illecito dove venivano prodotte, in ingente quantità, bionde che simulavano le marche Chesterfield e Winston.

RIVENUTI 400 CHILI DI BIONDE CONTRAFFATTE

All’interno della struttura clandestina sono stati quindi rinvenuti ben 400 chilogrammi di sigarette contraffatte ed ulteriori 10 tonnellate di trinciato.
In manette sono finiti, per mano del Gico, il Gruppo speciale delle Fiamme Gialle, due cittadini campani che sono stati individuati come i gestori del traffico.
Inoltre, sono state individuati ulteriori otto soggetti di nazionalità straniera – per la precisione si tratta di due bulgari e di sei serbi – raggiunte da tanto di denuncia.
La catena di montaggio era alquanto viva ed intensa.
Si è accertato, infatti, come la produzione non si arrestasse neppure negli orari notturni e fosse capace di sfornare oltre due tonnellate di manufatti al giorno.

LE ROTTE DEL NORD ITALIA

La Guardia di Finanza è arrivata alle porte del Capoluogo lombardo seguendo i movimenti dei due arrestati, che già erano gravati da precedenti per reati di contrabbando, e che con importante frequenza muovevano in direzione Nord Italia.
Sotto sigilli è stata posta una linea industriale completa, composta da sofisticati macchinari e attrezzature.
Si conferma la tendenza della malavita partenopea di cercare sul territorio nazionale siti utili alla produzione illecita: tale soluzione, infatti, rispetto a quella rappresentata dalle rotte via mare, abbatterebbe i rischi legati a controlli da parte delle Forze dell’Ordine, oltre a limitare per il contrabbandiere i maggiori disagi di tipo logistico che sarebbero legati a spostamenti internazionali.