Emendamento al Milleproroghe “Legalizziamo la canapa”

0

Legalizzare la produzione e la vendita dei derivati della canapa: è questo l’oggetto di un emendamento al Milleproroghe presentato dal presidente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, Filippo Gallinella, deputato del Movimento Cinque Stelle.
Lo batte Askanews.
L’emendamento, qualora dovesse superare l’iter alla Camera, andrebbe a dotare di un quadro normativo di riferimento la produzione e la vendita dei derivati modificando, pertanto, la legge 242/2016.

“CONTINUEREMO A SPINGERE SU QUESTA LINEA”

Come riporta Askanews, l’auspicio del deputato è che vi possa essere “la convergenza di tutte le forze politiche per la risoluzione di un comparto che è oramai una realtà consolidata con vantaggi per i produttori, i commercianti, la collettività e i consumatori finali”.
“Continueremo a spingere su questa linea sino all’approvazione della norma”,
espone ancora il pentastellato.
“Questi prodotti – prosegue – sono di fatto assimilabili ai tabacchi, in quanto solidi fumabili, e alle sigarette elettroniche, se in forma liquida inalabile. Pertanto applichiamo le norme e le avvertenze esistenti per le questioni sanitarie, per la cessione al pubblico mediante punti vendita autorizzati, includendo gli attuali negozi dedicati, e relative modalità di approvvigionamento”.
Evidenziato anche l’aspetto finanziario “Sotto il profilo fiscale – ha rappresentato ancora Gallinella ad Askanews – si registrerebbe un incremento per le entrate erariali – accise o imposta di consumo, oltre l’iva. Per le sole infiorescenze è stata prevista un’accisa base del 23,5%”.

“AL DI SOTTO DELLO 0,5 DI THC EFFETTI IRRILEVANTI”

Al di sotto del limite massimo dello 0,5 percentuale di Thc, ricorda il deputato, “gli effetti droganti sono irrilevanti e il prodotto si può commercializzare e consumare”.
“Diamo così attuazione alla sentenza della Corte di Cassazione Penale del maggio 2019, liberando i tribunali di un inutile aggravio di lavoro”.
Una questione che è oggetto di dibattito anche e non solo su scala nazionale: diversi i Paesi, quali Malta, giunti ormai ad un livello importante nei percorsi di riforma e di legalizzazione.