Donald Trump, (mezzo) dietrofront sulle e-cig

0
142

Donald Trump corregge il tiro e fa mezzo dietrofront sulle e-cig. Il Presidente Usa, attraverso un tweet “cinguettato” poco dopo la Mezzanotte (orario italiano) tra venerdi e sabato scorsi, ha sensibilmente ammorbidito la personale riflessione sulle e-cig. Ovviamente, l’inquilino della Casa Bianca non ha palesemente rinnegato se stesso con una dichiarazione di reale smentita. Ma, con abile strategia comunicativa, ha aggiustato il tiro…senza esplicitamente rettificarsi. “Anche se mi piace il vaping come alternativa alle sigarette, abbiamo il dovere di garantire che questa opzione sia sicura per tutti! Vanno eliminati i prodotti contraffatti dal mercato e tenuti i bambini lontani dal vaping!”.

Una frase che non fa una piega, quella del presidentissimo “stars and stripes”, e che ribadisce quelli che sono i concetti ribaditi dagli stessi filo-svapatori nelle ultime ore. Ovvero, bisogna vigilare sul mercato nero, sul clandestino. Bisogna acquistare i liquidi ufficiali all’interno di negozi riconosciuti, diffidando dallo “spacciatore” sotto casa e dal fai-da-te. Tutte cose che sostengono i pro-vapers, ben consapevoli di come il ricorso al mercato nero e l’uso di liquidi non ufficiali (e non la sigaretta in quanto tale!!) abbiano causato i recenti casi di morti e ricoveri Usa. Evidentemente, qualche consigliere del Donald americano ha bisbigliato nelle orecchie del suo presidente come fossero state fuori luogo le prime dichiarazioni, quelle che annunciavano la messa al bando dal mercato United States dei liquidi aromatizzati diversi da quelli al tabacco. Una “…. pazzesca”, come diceva il buon Fantozzi riferendosi alla famosa corazzata “Potiomkin”.

“VANNO ELIMINATI I PRODOTTI CONTRAFFATTI”

“Vanno eliminati i prodotti contraffatti”, sostiene ora il Presidente. Che è molto diverso da “proibire alcuni aromi”. Discorsi completamente differenti che lasciano intuire come la messa a bando annunciata, alla fine, non vi sarà. Per buona pace di chi già si era affrettato, in modo assolutamente improprio, a festeggiare per meri calcoli aziendali. La sigaretta elettronica non ha causato morti fino ad oggi; lo hanno fatto, a vagonate, invece, le sigarette classiche. E se lo svapo può aiutare i fumatori a sottrarsi al vizio, ebbene, ben venga questa soluzione. Intanto Donald Trump ci concede, sulle e-cig, quello che è un (mezzo) dietrofront

Leggi anche: Arrestato in Wisconsin produttore cartucce Thc