American Vaping insorge su divieti Michigan

0
American Vaping Association
American Vaping Association

L’American Vaping Association insorge immediatamente appresi i divieti “made in Michigan”. Il caso, come noto, è quello relativo al blocco, appena emanato nello Stato Usa, di vendita di liquidi per svapo che abbiano gusti diversi da quelli del tabacco.

Tra i primi interventi registratisi, al riguardo, quello del sodalizio senza scopo di lucro che “sostiene una regolamentazione equa e ragionevole dei prodotti a vapore”. Il tutto “con l’obiettivo di massimizzare il numero di fumatori adulti che usano questi prodotti per smettere di fumare”.

Il presidente di American Vaping Association, Gregory Conley, ha così dichiarato.

“Questo spudorato tentativo di raggiro porterà alla chiusura di diverse centinaia di piccole imprese del Michigan e potrebbe restituire decine di migliaia di ex-fumatori alle sigarette combustibili”. Conley, inoltre, contesta anche l’abuso di esercizio normativo del Governatore. “In questo paese le leggi sono emanate dai legislatori, non dai governanti che cercano disperatamente l’attenzione della stampa. Chiunque tema la prospettiva di un governo fuori controllo dovrebbe essere sconvolto da questo tentativo da parte del ramo esecutivo di vietare unilateralmente un prodotto per adulti”. 

Preoccupazione, inoltre, viene dal presidente dell’American Vaping Association rispetto a quello che potrebbe essere un prevedibile e pericolosissimo effetto collaterale connesso alle restrizioni in questione.

“DIVIETO DETERMINERA’ ENORME MERCATO NERO”

Il divieto del Governatore Whitmer – spiega a tal proposito – determinerà un enorme mercato nero multimilionario di questi prodotti. Cosa che, del resto, è alla base delle condizioni che hanno portato alla recente ondata di malattie polmonari. Si pensi ai prodotti illegali di svapo di “THC”Il “CDC” – ancora il vertice dell’American Vaping – sta miratamente mettendo in guardia contro lo svapo di prodotti fai-da-te. Eppure questo è esattamente il tipo di comportamento che rischia di innescarsi con il divieto del Michigan“.

Un’ulteriore riflessione, l’ultima, viene dal presidente dell’associazione con riguardo ad un simile precedente che sarebbe stato tentato in un diverso Stato. “L’anno scorso, il Dipartimento della Salute dello Stato di New York ha tentato di emanare un divieto di utilizzo di alcuni aromi per lo svapo. Ciò senza l’approvazione dei legislatori dello Stato di New York. Ci sono voluti solo pochi giorni perché lo Stato riconoscesse di non avere l’autorità legale per farlo. Lo stesso dovrebbe accadere in Michiganchiude Conleyma, ormai, sembra che spetterà ai tribunali e ai legislatori statali adottare misure correttive”

Leggi anche Fda “No ad acquisto liquidi svapo in strada”