“De gustibus”, continua il viaggio nell’antica Roma – L’angolo di Meoli

0

Come avete letto dall’ultimo episodio dell’angolo dedicato ai vapers dove vi parlavo della nuova linea di 15 aromi uscita nella catena Svapoweb, oggi vi parlerò di altri quattro aromi che ho testato personalmente.
Dallo scorso weekend, infatti, sono in commercio ben 15 scomposti, venduti nel solito formato da 20 ml scomposto in flacone da 60ml, cui aggiungere fino a quattro basette di nicotina al fine di poterlo nicotinizzare anche a gradazioni di nicotina superiore al 10/12 mg/ml.
Come già avete appreso, la linea si ispira ai personaggi che hanno fatto la storia di Roma Caput Mundi.
Oggi andremo a recensire: Cicerone (Dolce americano al cioccolato); Augusto (Biscotto al caffè);
(Matrona) Cocco e cioccolato; Poppea (Torta mimosa con liquore e crema pasticcera).
Iniziamo subito con Augusto: storicamente l’imperatore volle trasmettere l’immagine di sé quale principe pacifico e quella di Roma come trionfatrice universale.
In un Paese quale il nostro, dove il caffè è alla base delle abitudini alimentari della maggior parte delle persone, il gusto persistente di un biscotto al caffè mette d’accordo proprio ogni tipo di svapatore.
L’aroma rilascia una gradevole sensazione di piacere, un caffè deciso ma mai stucchevole che viene accompagnato da un biscotto dolce che lo rende, nell’insieme, giusto per essere svapato tutta la giornata senza divenire mai pesante.
Davvero consigliato a chi ama il caffè e cerca qualcosa da svapare in all-day: ottimo sia in Mtl sia in Dtl.
Il secondo aroma che recensirò è Cicerone, una delle figure di maggiore spicco in epoca romana.
Un personaggio completo – avvocato, politico, letterato e console romano – che è stato preso come modello della letteratura latina classica, con ciò creando sulla sua persona una convergenza generale, proprio come quest’aroma.
Uno dei più classici dolci americani, una sorta di “brownie” al cioccolato fondente con sfumature di cacao e crema di burro, un gusto pungente ma al contempo delicato senza dubbio da preferire per uno svapo più deciso.
Ma, ripeto, mai fastidioso.
Requisito che lo rende piacevole anche da svapare tutto il giorno.
L’ho apprezzato maggiormente in Dtl dove la parte dolce viene fuori maggiormente rispetto all’Mtl in cui prevale di più l’amaro dato dal cacao: ok a pieni voti!

“GRAZIE A SVAPOWEB PER NOVITA’ SEMPRE DELIZIOSE”

Passando all’universo romano femminile, non possiamo non parlarvi di una figura contorta ed affascinante quale l’imperatrice che fu consorte dell’imperatore Nerone, ovvero Poppea.
Tra le donne più affascinanti dell’epoca romana, una delle più belle di tutta la storia classica, la storia narra che sia stata proprio Poppea a convincere Nerone ad assassinare la madre Agrippina per evitare che si intromettesse tra lei ed il trono da Imperatrice.
L’aroma rappresenta a pieno la personalità di Poppea, un dolce classico, forse tra i più belli alla vista, una torta mimosa, simbolo di eleganza e fascino anche in pasticceria ma che, al suo interno, nasconde un cuore di crema pasticcera e pan di spagna con bagna al liquore che dona un gusto pungente che lascia spiazzati.
Ho avuto modo di apprezzarlo sia in Mtl che in Flavour: ovviamente il Mtl viene fuori maggiormente il liquore rispetto alla pura dolcezza della crema e del pan di Spagna che si apprezza molto di più in Dtl.
L’ultimo aroma di quest’oggi è il Matrona.
Nell’antica Roma, la donna maritata, di origine libera (nel termine è spesso implicito il concetto di nobiltà di natali e di onestà e riserbo femminili).
Questa è la definizione di “Matrona” che ne dà la Treccani, definizione che ci fa subito percepire la bontà di questo aroma.
Un classico tortino al cioccolato contornato da sfumature di cocco, il cioccolato che la fa da padrone… Ma, credetemi, quella sfumatura di cocco alla base lo rende eccezionale e piacevole da svapare in ogni sistema ed a qualsiasi wattaggio: approvato a pieni voti.
Grazie a Svapoweb per portare in commercio sempre novità deliziose a prezzi davvero competitivi.
Chapeau.
Buono svapo a tutti noi.
Antonio Meoli