Coronavirus: Mascherine, altruismo e attenzione al sociale delle aziende di sigarette elettroniche

0
403
mascherine coronavirus

Coronavirus: mascherine introvabili e settore delle sigarette elettroniche che sta dando gran contributo alla collettività

In questo periodo d’emergenza Covid-19, si fa sempre più forte la necessità di mascherine, gel igienizzante e ventilatori polmonari. Il Governo, i Presidenti di Regione, i Sindaci, si stanno mobilitando in cerca di aziende produttrici di dispositivi di protezione individuali al fine di fronteggiare al meglio il propagarsi della pandemia.

Anche il mondo dello svapo si è attivato per dare una mano al Paese. Abbiamo avuto esempi di produttori di liquidi per sigarette elettroniche che hanno prodotto ingenti quantità di gel igienizzante, stante la difficoltà di reperimento in Italia, immettendo nuova linfa sul mercato e contribuendo all’abbassamento dei prezzi di quello che è diventato bene di prima necessità. Qualche giorno addietro abbiamo parlato della prima azienda del settore che ha lanciato il suo gel igienizzante oltre un mese fa, Svapo Web.

Gran parte dei prodotti di svapo come ben sapete, provengono dal mercato Cinese, la Cina infatti è il primo produttore al mondo di Sigarette Elettroniche, molte aziende del vaping hanno sfruttato il canale preferenziale di comunicazione con le aziende cinesi proprio per fronteggiare l’emergenza mascherine chirurgiche coronavirus e cercare di fare arrivare in Italia grossi stock a prezzi davvero competitivi.

Il settore della Sigaretta Elettronica quindi, si è mostrato molto solidale con l’intera Nazione in questo periodo difficile.

Non tutti hanno voluto importare le Mascherine dal mercato Cinese e, grazie ai suoi rapporti sul territorio, Arcangelo Bove, CEO e Founder di Svapoweb, il principale circuito di sigarette elettroniche in Italia ed Europa, è riuscito a reperire Macherine Chirurgiche di Tipo 1 da un’azienda Italiana, Becare.

Le mascherine in TNT (Tessuto Non Tessuto), come riporta il produttore, godono di alta filtrazione, infatti il potere filtrante BFE su una mascherina chirurgica monouso (comunemente anche dette mascherine usa e getta) è superiore al 96,4%, e godono di tutte le certificazioni ed autorizzazioni necessarie che garantiscono sicurezza e spendibilità sul mercato tipica del Made in Italy.

Le mascherine, in vendita a poco meno di 0,80 € ognuna, sono l’esempio di come un’azienda dal fatturato importante, metta le proprie risorse a disposizione della collettività.

Vi abbiamo scritto altre volte di tutte le operazioni benefiche portate avanti da Bove e dalla sua azienda in questo periodo di crisi, ma riteniamo che anche adoperarsi per dare la possibilità ai propri clienti di reperire materiale che forse non c’entra con il vaping (e che al momento è quasi impossibile da trovare a prezzi ragionevoli) sia un grandissimo esempio di altruismo ed attenzione sociale.

La potenza dell’e-commerce

La praticità e la semplicità di poter comprare mascherine online, poi, è davvero disarmante, un’arma in più per combattere il virus restando comodamente a casa. I Kit di mascherine chirurgiche monouso sono infatti acquistabili online e possono essere recapitate in meno di 48h in ogni parte d’Italia. Un’ottima trovata per chi, in questa fase di lockdown, ha giustamente poca voglia e paura di uscire di casa.

Quest’emergenza ci farà rialzare più forti di prima e, un domani, tamponi, mascherine e Coronavirus saranno soltanto un ricordo lontano.

Antonio Meoli