Cop9, gli attivisti pro svapo si ribellano: cinque giorni di live stream

0

Un contro appuntamento.
Mentre nelle sedi dell’Organizzazione mondiale Sanità, il mese prossimo, si discuterà – in seno alla cosiddetta Cop9 – delle strategie da adottarsi in tema anti-fumo (e anti-svapo, ovviamente) i sostenitori del minor danno non resteranno a guardare.
“Streaming Consumers On Point ovunque” l’intitolazione di un appuntamento parallelo organizzato da Nancy Loucas, Coordinatrice esecutiva della Coalizione dell’Asia.
Come detto, tra un paio di settimane – per la precisione dall’8 al 12 Novembre – si terrà la nona sessione della Conferenza delle parti della Convenzione quadro dell’Organizzazione mondiale della Sanità sul controllo del tabacco.

PESSIME SENSAZIONI PER IL SETTORE SVAPO

Un momento che, come da diffuse sensazioni, non dovrebbe recare positive “nuove” per quel che riguarda le ragioni del minor danno da fumo.
Ebbene, in parallelo all’appuntamento che si snoderà tra le stanze del massimo Organismo sanitario planetario, si avrà una livestream di cinque giorni che, h24, sarà trasmessa in simultanea tramite YouTube e Facebook.
Relatori vari faranno le pulci, per così dire, alla COP9 esaminandone i vari passaggi e le decisioni che, di volta in volta, saranno adottate.
I consumatori, le associazioni sono stati esclusi, nuovamente, dai procedimenti e da ogni fase di interlocuzione – ha tuonato la Loucas E’ incomprensibile che vengano adottate decisioni tanto importanti per il futuro degli utenti senza che quest’ultimi vengano consultati”.

“INGIUSTAMENTE ESCLUSI DA OGNI CONCERTAZIONE”

“L’iniziativa di Scope9 – ha proseguito la tenace attivista – è la nostra risposta al fatto di essere stati nuovamente marginalizzati, emarginati. E questo nostro dissenso lo gridiamo in maniera forte e piena di sdegno dal momento che noi, ovvero i consumatori, gli utilizzatori di sigarette elettroniche, siamo i principali stakeholder.
Dovremmo essere i primi interlocutori ed, invece, siamo nuovamente tenuti all’esterno della discussione e del processo decisionale. Ricordiamo che si vanno ad intraprendere atti che avranno un un impatto diretto sulla nostra salute e sulla nostra sfera giuridica