Circolazione sangue, miglioramenti già dopo un mese dal passaggio dal fumo alla sigaretta elettronica

0

Passare dalla sigaretta tradizionale allo svapa è cosa che reca beneficio anche alla salute vascolare.
Se questa era cosa già risaputa, sorprendono, invece – e pure tanto – i tempi velocissimi di recupero.
Il nuovo approfondimento arriva dal Regno Unito e si affianca alle tante attività di ricerca che hanno testimoniato, negli anni, l’indubbio vantaggio che si ottiene, in termini di migliore salute, passando dalla dipendenza dal tabacco alla e-cig.
La sigaretta classica, come noto, determina vasocostrizione: un meccanismo che reca danno agli organi, a causa della minore irrorazione di sangue, e ai vasi stessi attraverso l’accumulo di sostanze nocive sulle parete interne che finiscono, quindi, per restringere ulteriormente il lume.

MIGLIORAMENTI PRECOSISSIMI

Anche per quel che riguarda la condizione delle arterie, quindi, e di quella di tutta la circolazione, fino ai passaggi più piccoli, la strada della smoking cessation resta quella, se non obbligata, senz’altro vivamente consigliata.
Cosa succede, invece, nel momento in cui si abbandonano le bionde e si transita alla e-cig?
In quanto tempo si può iniziare ad apprezzare un pur iniziale miglioramento?
Ebbene, le risposte cui sono approdati i ricercatori inglesi sono assolutamente sorprendenti.
Prime trasformazioni in senso positivo, infatti, si iniziano ad avere già entro il primo mese.
Dopo appena trenta giorni dal passaggio al vaping, infatti, il sistema circolatorio avrà recuperato circa il 50% della sua condizione.

“UN BENEFICIO CHIARO E PRECOCE”

“Si assiste ad un beneficio – hanno così commentato gli autori dello studio – che è chiaro e molto precoce”.
Appena un mese può bastare a restituire un pizzico di benessere all’apparato con un abbattimento, dopo appena quattro settimane, del rischio infarto/ictus stimato nell’ordine del 13 percentuale.
Inutile sottolineare come il miglioramento, ovviamente, sarà tanto più marcato, tanto più importante quanto più perdurante e prolungata sarà l’astinenza dalla pratica tabagista.
Ed in questo la sigaretta elettronica ha già ampiamente dimostrato di poter essere un supporto più che valido.