Bilancio, emendamenti in Senato: almeno otto su e-cig

0
1040

C’è ancora occhio vigile nel mondo degli operatori svapo. E lo stato di attenzione è tutto legato alla legge di Bilancio 2020 (meglio dirsi, alla di essa proposta) che ancora non ha tagliato il nastro del traguardo finale.

Come detto, la proposta di testo, nella forma elaborata dal Governo, è stata depositata in Parlamento per l’esame delle due Camere. Il documento non prevede rincaro fiscale alcuno a carico del settore della sigaretta elettronica per il comprensibile sospiro di sollievo tirato dal cosmo degli svapo-operatori. Una buona indicazione, quindi, sebbene non si possano ancora dormire sonni definitivamente tranquilli.

Questo perchè c’è sempre, in agguato, la trappolina degli emendamenti. Ovvero, per dirla breve, le proposte di modifica che, all’impianto normativo di base, possono venire tanto dalla Camera quanto dal Senato. Si inizia da Palazzo Madama dove si vocifera di ben 4550 emendamenti che sarebbero stati depositati, entro il termine ultimo delle ore 15 di ieri, 18 Novembre, presso la Commissione Bilancio.

Partito super impegnato, in questa attività, quello piddino che avrebbe confezionato ben 921 emendamenti. E, udite udite, si parla di circa otto o nove di essi – a marchio Pd – che dovrebbero riguardare il settore della sigaretta elettronica. Quali saranno i contenuti? La domanda è tutta qua. Fermo stante essi siano stati realmente depositati, cosa ed in che termini spostano? Ovviamente, considerandosi come l’impianto originario non preveda rincaro alcuno per l’ambito dell’elettronica, non può che temersi qualche intervento che sia peggiorativo dell’attuale stato di cose.

DA DOMANI LA PUBBLICAZIONE DEGLI ATTI

Intanto, non si può far altro che pazientare. Gli emendamenti, infatti, sono in corso di numerazione – lavoro abbastanza corposo – e saranno pubblicati sul sito del Senato a partire dalla giornata di domani. Occhio a Palazzo Madama, quindi (per ora), in attesa che la discussione si sposti a Montecitorio. La sensazione, tuttavia, è che non dovrebbero aversi sconvolgimenti particolari, nel senso che gli emendamenti, almeno questi, non dovrebbero superare la barriera dell’Aula. Ma nel mondo svapo, lo spauracchio-Vicari è ancora vivo