Beatrice “Fumo elettronico, da noi mai nulla di grave”

0

“Fumo elettronico, mai nessuna grave conseguenza nel nostro Paese”. Questa una delle osservazioni che il professore Fabio Beatrice ha posto in essere nel contesto di un ampio messaggio “social”. Sollecitato da più utenti, il luminare si è concesso una “sortita” domenicale delucidando su cosa si intenda esattamente per “Evali”, ovvero la nomenclatura affibbiata alla ben nota sindrome polmonare Usa.

“Il nome è fuorviante – chiarisce in premessa Beatrice – perché la sindrome è stata descritta proprio negli Usa dal CdC per fornire ai sanitari americani indicazioni cliniche diagnostiche e terapeutiche al fine di riconoscere precocemente e curare con successo la polmonite chimica occorsa a varie centinaia di americani a causa di un improprio uso di sigaretta elettronica . Il professor Siegel avrebbe dovuto piuttosto chiamarla “sindrome polmonare da uso improprio di sigaretta elettronica”. Non è la sigaretta elettronica – ribadisce l’accademico – la responsabile ma i liquidi illegali che sono stati utilizzati per svapare estratti di cannabis. I tetraidrocannabinoidi sono stati incautamente sospesi in oli e miscele non idonei ad essere respirati. Questi oli hanno creato reazioni polmonari con alcuni esiti purtroppo mortali.

“RISPETTATE LEGGI E DIVIETI”

Dunque “Evali” non aggiunge nulla alle attuali certezze su quanto già noto e pubblicato. Ovviamente anche in Italia la cosa ha avuto un’eco ma è bene dire che le norme e le misure di prevenzione in Italia ed in Europa sono molto severe e stringenti. Nessuna grave conseguenza del fumo elettronico è stata mai registrata fino ad oggi nel nostro Paese. In Gran Bratagna una attenta osservazione di tre anni tra il 2016 ed il 2019 ha evidenziato una ventina di lievi intolleranze risolte con la sospensione dello svapo. Prima o poi è possibile che anche da noi qualche sconsiderato faccia uso improprio di sigaretta elettronica così come potrebbe farlo con un normale aerosol o coltello”.

Quindi la raccomandazione finale “Non fumate e non iniziate a fumare ma se eravate fumatori e siete passati ad elettronica non tornate indietro. Lo dice anche lo stesso CdC americano. Usate prodotti di qualità e rispettate leggi e divieti. Usate il buon senso! Piuttosto se siete fumatori elettronici duali gettate via le sigarette residuali e fatevi bastare la e-cig”.

Leggi anche: Beatrice “Sul fumo bisogna cambiare”