Agenzia Dogane Monopoli, 1226 assunzioni (anche per diplomati)

0

Importante possibilità lavorativa presso la Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.
Posti fissi, stabili e ben retribuiti presso l’Agenzia statale, peculiarità che è merce rara, oggigiorno, in ambiti che non siano quelli delle Forze armate.
Sono in totale 1226 le assunzioni in programma ripartite tra due bandi distinti (il primo per 766 laureati ed il secondo per 460 diplomati).
In seno al primo, come detto per quanti con titolo accademico, si ricercano: Cento figure, di cui 6 riservate alla Provincia autonoma di Bolzano, di funzionario doganale – esperto nel settore amministrativo/contabile; Cinquanta figure di funzionario doganale – esperto nel settore giuridico legale e del contenzioso; Settanta funzionari doganaliv- esperti nel settore delle relazioni internazionali; Ottanta profili di funzionario doganale – esperto nel settore economico finanziario; Settanta profili di funzionario doganale – esperto in analisi quantitative statistico matematiche; Ottantasei figure, di cui due riservate alla Provincia autonoma di Bolzano, di funzionario doganale – esperto nel settore informatico.
E, quindi, 147 ingegneri.
Il secondo bando, invece, la cui partecipazione è aperta anche a quanti con diploma di Scuola secondaria di secondo grado, ricerca: Duecentocinquanta, di cui 4 riservati alla Provincia autonoma di Bolzano, profili di assistente doganale da impiegare nel settore
amministrativo/tributario; Trenta, di cui due riservati alla Provincia autonoma di Bolzano, figure di assistente doganale da impiegare nel settore contabile; Venti profili di assistente doganale – addetto ai servizi di traduzione e interpretariato; Quaranta, di cui uno riservato alla Provincia autonoma di Bolzano, profili di assistente doganale – addetto ai servizi di collaudo e accertamento tecnico; Trenta profili di assistente doganale – da impiegare nel settore tecnico di supporto alle attività dei laboratori chimici; Cinquanta, di cui 4 riservati alla Provincia autonoma di Bolzano, profili di assistente doganale – da impiegare nel settore tecnico di supporto alle attività di accertamento in ambito accise; Venti profili di assistente doganale – da impiegare nel settore tecnico di supporto alle attività informatiche; Quindici profili di assistente doganale – da adibire alle mansioni di meccanico e, infine, cinque figure di assistente doganale addetto ai servizi di mensa e refezione.

BANDO INTEGRALE SU SITO ADM

La domanda di partecipazione, con riferimento ad ambedue i bandi, dovrà essere redatta e presentata in forma esclusivamente digitale, tramite il portale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, raggiungibile dal sito istituzionale www.adm.gov.it.
Le attività di compilazione e di invio telematico della domanda di partecipazione dovranno essere completate entro le ore 23:59 del trentesimo giorno solare, decorrente dal giorno successivo a quello di pubblicazione del bando nel sito internet dell’ Agenzia www.adm.gov.it e del relativo avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. A conti fatti, quindi, la scadenza andrebbe a coincidere con la data del 7 Dicembre prossimo venturo.
Le prove consisteranno in una eventuale prova preselettiva, in due prove scritte ed in una prova orale.
Spingendoci un po’ più in là con le ipotesi, sarebbe lecito pensare che queste iniezioni di personale possano corrispondere ad un maggiore investimento in termini di controllo sul territorio. E sul settore.
Potrebbe essere siffatta procedura spia della volontà di investire in termini di legalità nel cosmo svapo?
Le competenze di Adm sono, ovviamente, estremamente ampie ma piace pensare – ci si ripete – che il plus di forze in campo (si veda l’assunzione di informatici) possa essere dedicato anche al controllo, ad esempio, ed alla mappatura dei cosiddetti siti pirata.
Quelli che, più volte segnalati, agiscono dal territorio estero ma che, di fatto, commerciano quasi esclusivamente, in prodotti del vaping, con il territorio nazionale infrangendo le norme fiscali e mettendo a serio rischio la salute del consumatore finale.
Altresì, ottime indicazioni paiono venire dalla programmata acquisizione di assistenti che saranno acquisiti per supportare nelle attività di accertamento delle accise.
Dai prossimi mesi, in ogni caso, le attese risposte.