Negozi sigarette elettroniche, occorre estintore all’interno?

0
40

Aprire un negozio di sigarette elettroniche è un passaggio che pretende, come per quelli di altre tipologie, una ampia interazione con diversi soggetti istituzionali al fine di potersi ottenere i vari permessi propedeutici all’avvio dell’attività.
Dall’Ente comunale del territorio in cui ricade l’esercizio all’Agenzia delle Entrate all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli: un percorso che richiede attenzione ma che, fondamentalmente, si supera con agilità ed in tempi anche abbastanza veloci.
Ebbene, tra le varie domande che ci vengono poste per quel che riguarda, nello specifico, l’allestimento dello Store, vi è quella relativa agli estintori: il loro posizionamento è obbligatorio in un negozio di svapo?
Nel rispondere, va subito in premessa specificato che, come da evidenze del nostro approfondimento, un negozio di sigarette elettroniche, per quel che riguarda l’uso degli estintori, non configura una casistica particolare ma ricade esattamente nella stessa tipologia di previsioni e nella stessa normativa che è prevista per tutte le altre attività.

NON VI È UNA NORMA GENERALE

Nessuna disciplina dedicata, quindi, ma rimando alla norma generale.
La prima distinzione, in tal senso, va fatta con riguardo alle dimensioni degli ambienti: l’estintore all’interno di un’attività commerciale è obbligatorio sempre quando il locale adibito ad attività commerciale ha una dimensione superiore ai 400 metri quadrati.
E queste dimensioni, come ben sappiamo, sono abbondantemente al di sopra di quelle standard dei negozi di e-cig.
Al di sotto dei 400 metri quadri, venendo a quella che è la realtà propria degli Store di sigarette elettroniche, bisogna fare una distinzione tra gli esercizi che hanno un dipendente assunto e quelli che non lo hanno.
L’estintore, infatti, è obbligatorio solo laddove vi sia un lavoratore alle dipendenze: nel caso in cui, invece, l’attività sia condotta dal solo titolare senza la presenza di personale ulteriore, non necessita il dispositivo.
Qualche dubbio, poi, era stato anche sollevato dai lettori in relazione alla tipologia di materiale che è in vendita.
Ma anche rispetto a questa osservazione si può fare chiarezza: i negozi di sigarette elettroniche non rientrano nell’elenco delle attività che sono soggette alle visite ed ai controlli di prevenzione incendi ai sensi di quanto disposto in seno all’Allegato 1 al Decreto Presidente della Repubblica 151/2011. Per concludere: se il negozio ha, come nella quasi totalità dei casi, una dimensione inferiore ai 400 metri quadrati, l’estintore necessiterà solo laddove vi sia un dipendente assunto. Ovviamente, al di là degli obblighi di legge, se ci si vuole tutelare ed agire con massimo zelo, si può tranquillamente regolarsi a propria discrezione.

- Scritto da Arcangelo Bove