Sigarette ed e-cig, stretta del Governo su contrabbando e accise

0
118

Arriva una stretta su tabacchi, nuovi prodotti senza combustione e vendita in difetto di autorizzazioni.
Il Consiglio dei Ministri, infatti, ha dato il disco verde al Ddl “Semplificazioni” che, voluto dal competente Ministro Zangrillo, va ad introdurre una serie di misure principalmente in materia di agevolazioni fiscali.
Ma non solo.
Un significativo riferimento vi è, come detto, anche al mondo del tabacco e del fumo elettronico.  
Il Ddl, come viene spiegato in una nota della Presidenza del Consiglio dei Ministri, vara infatti “l’introduzione di un nuovo delitto di sottrazione all’accertamento o al pagamento dell’accisa sui tabacchi lavorati e di un nuovo illecito amministrativo di vendita di tabacchi lavorati senza autorizzazione o acquisto da persone non autorizzate alla vendita”.
Secondo indiscrezioni che sarebbero previste nel testo, scatterebbero multe estremamente rilevanti per le tabaccherie e le altre rivendite colte nell’illecito – con il discorso che si estende anche ai prodotti per le sigarette elettroniche (senza combustione), al tabacco trinciato, a quello masticabile, a sigari e pipe.
Ma, elemento da sottolineare, si introduce un momento sanzionatorio molto consistente anche nei confronti dell’acquirente.

LA NOTA DI PALAZZO CHIGI

“Si estende la responsabilità degli Enti – si ricava ulteriormente dal testo di Palazzo Chigi – per illeciti amministrativi dipendenti da reato di cui al decreto legislativo 231 del 2001 anche ai reati di cui al testo unico delle accise; si prevede, in relazione all’ipotesi aggravata di illecito dipendente dai reati di contrabbando e dai reati in materia di accise, l’applicazione dell’interdizione dall’esercizio dell’attività e della sospensione o revoca di autorizzazioni, licenze o concessioni funzionali alla commissione dell’illecito; si aggiorna il riferimento normativo inerente alla competenza della Procura distrettuale allo svolgimento delle indagini preliminari – si conclude il messaggio della Presidenza del Consiglio dei Ministri – relative al reato di associazione per delinquere finalizzata al contrabbando di tabacchi lavorati”.
In buona sostanza un significativo giro di vite quello che arriva dal Governo Meloni.
E secondo fonti ben informate, non sarebbe neppure l’ultimo.

- Scritto da Arcangelo Bove