Tobia, due Svapo Web Store e tanta voglia di crescere ancora “Voglio aprirne altri”

0
700

(Anche) la Sicilia è arancione.
Tra i primi imprenditori della sigaretta elettronica ad affermarsi nel panorama siciliano va annoverato senz’altro Francesco Tobia.
Oggi 35enne, il medesimo è al timone di due Svapo Web Store: quello di Trapani e l’altro di Marsala.
In origine venne quello trapanese, tra i primissimi ad aderire al progetto franchising lanciato nel 2019 dall’imprenditore Arcangelo Bove, papà di Svapo Web e pioniere dello svapo su scala nazionale.
Due anni dopo, quindi, confortato dagli ottimi risultati, arrivò anche il secondo Svapo Web Store, questa volta in quel di Marsala.
Ed anche in questo caso per Tobia le soddisfazioni sono state puntuali.

TOBIA E IL FUTURO

“Il mio successo imprenditoriale è senza dubbio legato alla forza e all’appeal del brand Svapo Web: l’azienda è stata in ogni momento, in ogni sede un prezioso supporto.
E’ stata determinante, ovviamente, nella fase di avvio, nel calamitare i clienti che già conoscevano il “marchio” per via del robusto pregresso nell’on line.
E dopo l’inizio il “peso” di Svapo Web è stato davvero determinante anche nella fase di ampliamento al progetto.
Svapo Web è un aiuto costante.
Parimenti, i prodotti a marchio Svapo Web rappresentano un elemento centrale e sono oggetto di insistente richiesta da parte della nostra clientela.
In definitiva: sono felicissimo di come stanno andando le cose, ovviamente –
insiste Francesco Tobia nella sua analisi – ed anche del fatto che, in questi anni, abbiamo aiutato tantissime persone, che non riesco neppure più a quantificare, a smettere di fumare.
Ed anche questa è una grandissima gratificazione”.

Ma il “nostro” non ha assolutamente smesso di guardare avanti. Anzi.
Il discorso col franchising Svapo Web sarà oggetto di ulteriore approfondimento.
“Voglio ampliare ulteriormente il progetto, l’idea è quella di crescere ancora.
E sono certo che, sulla base di questi presupposti, sarà un obiettivo che riuscirò certamente a centrare”.

- Scritto da Italo Di Dio