Germania, monito del Governo “Il design delle sigarette elettroniche attira troppo i giovani…”

0
70

La questione del packaging delle sigarette elettroniche e, in generale, quello del loro stile al centro della riflessione anche in Germania.
Questa volta a smuovere le acque è Burkhard Blienert, dal 2022 “Commissario per gli stupefacenti” presso il Ministero federale della Salute nel Governo del cancelliere Olaf Scholz.
Una figura di rilevo, di notevole peso specifico, per intenderci.
Ebbene, il medesimo ha chiaramente sollevato il dibattito sulla necessità di rendere meno attrattivi i prodotti dello svapo, meno accattivanti, meno seducenti per i giovani al fine di distogliere l’attenzione di questi.
Attenzione, però, Blienert in modo molto attento e puntuale non confonde le acque e tiene ben distinti i vari aspetti della questione sottolineando come “le sigarette elettroniche possano effettivamente aiutare a ridurre al minimo la nocività del tabacco”.
Al netto di questo valore, però, che non viene quindi messo in discussione dal funzionario, resta viva la considerazione circa la necessità di aprire un ragionamento sulle fasce più giovani della popolazione.

LE PAROLE DELL’ALTO FUNZIONARIO DEL GOVERNO

“È una moda che è diventata molto popolare – ha osservato Blienert – E questa crescente popolarità dimostra come l’adozione di misure normative sti diventando sempre più necessaria per attenuare questa forte notorietà”.
“Regolamentare l’aspetto delle e-cig –
ha pertanto proseguito il funzionario – e ridurre al minimo l’attrattività di tali prodotti attraverso il colore, la forma e il design rappresenterebbero strumenti utili per diminuire la loro popolarità tra i giovani”.
Medesimo discorso anche per quel che riguarda “il design dell’imballaggio” che pure “dovrebbe essere frenato”.
Il packaging semplice, per rimanere in tema, è già utilizzato come un modo per disincentivare dal consumo di “bionde” in Francia, Belgio e Irlanda.
Piace, in ogni caso, l’atteggiamento di Blienert che non fa di tutt’erba un fascio ma concentra il problema su un aspetto particolare strettamente collegato allo svapo giovanile.
Sulla base di questa impostazione – ovvero diversificazione strategie giovani/adulti – si possono e devono sviluppare le strategie vincenti del vaping.

- Scritto da Arcangelo Bove