Frenata di Schillaci su e-cig, Bove “Speriamo in confronto vero”

0
70

“Mi auguro che questo momento di riflessione possa rappresentare l’inizio di una fase di nuova consapevolezza sulla sigaretta elettronica”.
Arcangelo Bove, fondatore e guida di Svapo Web, brand leader in Italia nel settore della sigaretta elettronica, nonchè Presidente Unasweb, commenta le ultime evoluzioni che stanno riguardando il settore dello svapo nazionale con particolare riguardo alla nuova legge anti-fumo la cui bozza è in lavorazione presso gli uffici del Ministero della Salute e che, secondo le iniziali previsioni, doveva riguardare anche la e-cig.
Il Ministro della Salute Schillaci, tuttavia, rispetto a quest’ultimo aspetto pare avere chiaramente frenato.
Se sul fumo all’aperto sono venute sostanziali conferme – sebbene ristrette a specifiche condizioni – per quel che riguarda lo svapo “open air”, invece, il Ministro ha fatto presente che “servirà un approfondimento basato su reali evidenze scientifiche”.

“DISPONIBILI A DARE NOSTRO CONTRIBUTO”

Accogliamo con timida soddisfazione le parole del Ministro – commenta ancora Bove – e ci auguriamo che questo approfondimento possa effettivamente sostanziarsi in un confronto reale, puntuale con quegli esperti che, anche in Italia, sono approdati a prime, importanti conclusioni in ordine alla minore tossicità dello svapo ed alla sua capacità di aiutare nei percorsi di smoking cessation.
Abbiamo auspicato più volte una fase di ascolto che potesse superare una visione ed una impostazione che, ad oggi, sono state cieche.

In nome della tutela del supremo interesse della salute pubblica, è dovere delle Istituzioni e del decisore elevarsi ad un punto di osservazione che sia quanto mai inclusivo ed ampio.
Come imprenditori e come associazione siamo disponibili a poter recare il nostro contributo, qualora ci fosse richiesto, in uno spirito di partecipazione e di collaborazione finalizzato esclusivamente ad aprire nuovi spiragli nella lotta al fumo.

Una lotta che, con tutta evidenza, non si sta combattendo con adeguate armi se è vero che il numero dei fumatori, anche nella nostra Nazione, sta aumentando mentre in altri contesti, dove la riduzione del danno è stata istituzionalizzata, stanno arrivando importanti risposte.
E tutto questo – la conclusione di Bove – impone una riflessione”.

- Scritto da Arcangelo Bove