Arcangelo Bove “Sigaretta elettronica, il Ministro Schillaci apra al confronto”

0
102

“Quello del Ministro Schillaci è un vero e proprio blitz. E’ inaccettabile che si tenti di introdurre le restrizioni sulla sigaretta elettronica già nel Milleproroghe”.
Ad intervenire è Arcangelo Bove, imprenditore e Presidente di Unasweb – Unione nazionale Affiliati Svapoweb.
Bove, pioniere della sigaretta elettronica nazionale, già nei giorni scorsi era intervenuto in modo alquanto critico rispetto alle intenzioni manifestate dal vertice del Dicastero della Salute che aveva palesato, in recente audizione alla Camera dei Deputati, l’intenzione di adottare provvedimenti restrittivi sulla e-cig, sia con riferimento ai luoghi dove non si potrà più svapare sia in termini di limiti pubblicitari.
“Il Ministro della Salute – insiste il vertice Unasweb – è la figura deputata a guidare le linee sanitarie nazionali e, pertanto, ha tutta la facoltà di assumere indirizzi e decisioni.
Ci mancherebbe.
Quello che sorprende, però, al di la dei contenuti dei suoi progetti in fatto di svapo, è la tempistica.
Credo sia assolutamente inaccettabile la “corsa” a voler dare attuazione a questi provvedimenti già nelle prossime settimane.
In materia di svapo e, quindi, di problema fumo, si deve concertare.
Si deve dialogare.
Ci si deve aprire alla condivisione.

LA CORSA AL MILLEPROROGHE

Invitiamo il Ministro Schillaci, prima di adottare conclusioni normative, ad aprirsi al confronto anche con quella parte della scienza che, con dati e ricerche qualificate alla mano, è approdata a conclusioni alquanto positive sulla e-cig dimostrando come essa aiuti a smettere di fumare e abbatta i rischi fumo correlati.
Non diciamo nè pretendiamo di essere portatori della verità assoluta – insiste Bove – Ma auspichiamo che il Ministro si voglia aprire ad un discorso di interfaccia prima di pronunciarsi.
Pensare di poter giungere a conclusioni così rilevanti, in termini di sanità pubblica, nell’arco di una manciata di settimane ci pare essere cosa troppo affrettata e spregiudicata.
La sigaretta elettronica è una delle principali risposte in chiave anti-fumo, l’esatto contrario di quanto sostengono loro.
Si sia prudenti e ponderati – chiude l’imprenditore – prima di fare proprie decisioni che possono ritorcersi contro milioni di persone”

- Scritto da Arcangelo Bove