Bar e ristoranti, addio distributori di sigarette: la decisione del Ministro belga

0
107

Meglio ripulire il campo dal tabacco, diavolo tentatore.
Occhio e croce sarà stato questo il pensiero che ha portato il Governo belga e, in particolare, il Ministro della Salute Frank Vandenbroucke a varare un disegno di legge con il quale si propone di proibire la presenza di distributori automatici di sigarette presso attività ristorative, bar e, in generale, quelle deputate alla somministrazione di cibi e di bevande.
Si tratta di una misura che viene ritenuta centrale per moderare l’accesso dei minori al fumo.
E’ questo l’oggetto, come detto, di un lavoro normativo che mira ad abbattere gli incroci a rischio tra potenziali consumatori e bionde, in contesti dove il rischio di cadere in tentazione – per la natura dei luoghi – è decisamente più forte.
Dopo un lauto pasto, dopo un buon caffè ed una ricca colazione, infatti, si pone – da parte di quanti sono tabagisti – la tendenza ad abbinarci una sigarettina d’ordinanza.
Questione di abitudine, di vera dipendenza.

I PRECEDENTI EUROPEI

Da qui, la decisione governativa di ripulire questi ambienti dai dispenser di bionde e tabacco.
Con questo step, ancora, il Belgio seguirà le orme di diversi Paesi europei, come Regno Unito, Francia, Finlandia, Norvegia, Ungheria e Paesi Bassi, dove tale divieto è in vigore già da tempo – nel caso olandese, in particolare, dal 1 Gennaio 2022.
Solo i supermercati sarebbero esentati dalla restrizione, sebbene si chiede ai titolari degli esercizi di essere particolarmente vigili sull’età degli utenti: i distributori, infatti, possono essere attivati esclusivamente con “gettoni” che si ricevono alle casse e, ovviamente, tali gettoni, secondo legge, dovrebbero essere forniti solo ai maggiorenni.
Cosa che, in realtà, nella pratica è stata ampiamente evasa.
Lotta al fumo, quindi, e contestuale spazio alle alternative: ad inizio 2022, infatti, il Consiglio Superiore della Sanità del Belgio ha ufficialmente riconosciuto che lo svapo è un’alternativa più sicura al fumo e lo ha raccomandato per smettere di fumare.
Una strategia anti-fumo razionale e non figlia di provvedimenti estemporanei.

- Scritto da Italo Di Dio